Come ti cucino l’omelette perfetta

Ti stai chiedendo come fare un’omelette perfetta? Devi sapere che c’è più di un modo per poter fare queste frittatine, sia in termini di ingredienti che di modalità di preparazione.

Alcune tra le versioni più classiche prevedono l’uso del formaggio, del prosciutto a dadini, dei funghi, oltre che dei peperoni o dei pomodori.

Vogliamo darti, in questo articolo, alcuni consigli che potrebbero tornarti utili per fare, in pochi semplici passaggi, una omelette migliore.

Preparare prima il ripieno.

Le omelette cuociono molto rapidamente ed eventuali ripieni devono essere pronti prima ancora di iniziare con le uova. Da ricordare che gli alimenti crudi che volete usare come ripieno dell’omelette devono essere cotti, quelli refrigerati devono essere, invece, scaldati. Il formaggio va a temperatura ambiente, mentre un’eventuale marmellata va bene così com’è.

Da ricordare che per cuocere questa piccola frittata occorre prendere delle padelle poco profonde e inclinate ai lati, in maniera tale da permettere lo spostamento dell’uovo in fase di cottura e, quando pronto il primo lato, girarle molto facilmente con un semplice colpo di polso. Se non si ha una padella appositamente per fare le omelette, è consigliato usare una padella comune, a condizione che abbia i lati inclinati, altrimenti non riuscirete a girare la vostra creazione.

Le omelette sono più gustose se mangiate appena fatte, ancora calde. Se proprio non riuscite ad “andare di polso” per girare l’omelette, dopo aver messo l’uovo sbattuto e aver atteso circa un minuto per far cuocere il primo lato, potete girare la frittatina usando una spatola apposita, meglio se di silicone piuttosto che in metallo.

Dopo aver girato il primo lato e aver atteso un altro minuto anche per il secondo, siete pronti con il ripieno. Mettetelo al centro dell’omelette e chiudete aiutandovi con la spatola di cui sopra, in maniera tale da formare una sorta di calzone.

Lasciate cuocere per un altro po’ di tempo, in maniera da permettere alle cose che avete messo all’interno di scaldarsi leggermente e impiattate.

Un consiglio importante: se non avete esperienza, non cercare di improvvisare ma seguite in maniera pedissequa, in termini di ingredienti, la ricetta dell’omelette che avete scelto.

Chiudiamo con questo interessante video del mitico “Giallo Zafferano” che ci mostra esattamente come poter fare una ricetta a regola d’arte.

This entry was posted in Cucina.

Come sudare meno

La sudorazione è un evento fisiologico naturale necessario al nostro benessere, essa scatta al momento del bisogno quando il nostro corpo è esposto a sollecitazioni eccessive che possono creare uno squilibrio nella termoregolazione.

Tuttavia spesso questo utile processo naturale subisce delle anomalie dovute a vari motivi, e da normale sudorazione si trasforma in iperidrosi, cioè una produzione eccessiva di sudore che oltre portare una perdita eccessiva di liquidi, crea forte disagio nel rapportarsi con gli altri. Benché possa sembrare una sciocchezza, comunque la cosiddetta iperidrosi è una cosa seria, tant’è che il rimedio definitivo è il trattamento chirurgico.

Sudare di meno è possibile, vi sono infiniti metodi più o meno validi che possono aiutare; primi fra tutti i prodotti di concezione chimica, studiati in laboratorio, detti antitraspiranti, questi particolari prodotti che spesso sono dei veri e propri presidi medici bloccano l’emissione di sudore da parte delle ghiandole sudorifere, poi ci sono i deodoranti che aiutano a combattere il cattivo odore generato dai batteri presenti sulla pelle. I due prodotti si trovano in commercio anche combinati tra loro.

Gli abiti hanno un ruolo fondamentale nella lotta contro il sudore eccessivo, è bene indossare sempre e soltanto fibre naturali e leggere, come il lino, il cotone e il cashmere nei mesi più freddi, oltre a non coprirsi eccessivamente per non peggiorare il fenomeno, abituarsi a vestirsi a strati e a portare sempre con se un cambio di vestiti, anche se non si è in viaggio o lontani da casa. Questo concetto va applicato anche alla biancheria del letto, utilizzate biancheria realizzata solo con fibre naturali o addirittura biologica.

Accorgimenti svariati che comprendono anche la modifica di alcune abitudini alimentari, quindi chi suda troppo è bene che eviti cibi piccanti che alzano la temperatura corporea e cibi eccessivamente aromatici, come aglio e cipolla, i loro aromi potrebbero essere “espulsi” con il sudore creando cosi una situazione davvero imbarazzante. Consumare molta frutta e verdura fa molto bene anche se non blocca l’eccesso di sudore, ma è utile a combattere dall’interno la produzione di cattivo odore.

Per sudare di meno è da sottolineare che bisogna diminuire lo stress, agire con più calma ed essere ponderati, se si è emotivi non è facile ma dopo un consulto con il medico di fiducia si possono intraprendere terapia idonee in merito. É consigliato anche stare di più con la propria famiglia nei limiti del possibile, fare passeggiate, stare a contatto con la natura e con gli animali domestici che hanno un grande potere rasserenante.

Poi per passare ai rimedi alternativi citiamo i prodotti a base di erbe, sia da assumere per via orale che da utilizzare sulla pelle. Per ultimi ma non inefficaci ricordiamo i metodi empirici, come strofinare le ascelle con un pizzico di dentifricio prima di uscire di casa, oppure dopo aver ben lavato le ascelle con sapone neutro applicare con un panno una miscela di aceto e alcool. Un altro metodo fai-da-te è l’uso del bicarbonato al posto del talco da applicare dopo essersi lavati, l’alternativa è una miscela di bicarbonato e succo di limone da strofinare sulla pelle prima di vestirsi.

 

This entry was posted in Fitness.

Cappellini personalizzati: abbiamo scelto i peggiori

Quando si parla di cappellini personalizzati si pensa, subito, ad un lavoro bellissimo, ad un gadget spettacolare di cui andare fieri, da mostrare ad amici e parenti. La realtà, a volte, è diversa da così e non sempre una personalizzazione ha dei bei risultati, anzi. Ci sono dei cappellini (ma questo vale anche per altri gadget) che davvero ti fanno cadere le braccia.

Iniziamo da questo cappello verde che ha le sembianze di un piccolo mostriciattolo che, semplicemente schiacciando il copri-orecchie destro, apre le zampe a mo’ di abbraccio. Ora, va bene la personalizzazione, la voglia di regalare qualche cosa di particolare, ma questa volta gli autori di questo regalo di Natale hanno un po’ esagerato.

In quest’altro video, originario del Regno Unito, si vedono dei cappelli che erano in vendita, sempre durante il periodo natalizio, da H&M (negozio famoso anche in Italia). Si va dal cappellino a forma di renna a quello con la scritta “oh cervo” e le due corna di questo animale, fino ad un cappellino di lana color rosa confetto (che già ce ne sarebbe molto da dire) con la scritta “how about snow?” (ovvero “e la neve?”), chiudendo con un cappello rosso che include anche una barba di Babbo Natale, ottimo per portare i regali ai più piccoli e non farsi riconoscere (o forse per farli spaventare)?

In quest’altro video vediamo un’altra serie di cappelli di Natale orribili (ma poi, li fanno tutti in questo periodo?!?), da quello a forma di tacchino con tanto di luci che si accendono fino a quello a forma di camino con Babbo Natale incastrato (si vedono solo gli stivali del babbo nazionale), per concludere con quello verde a spirale che rappresenta (male) un albero di Natale.

Insomma, di cappellini personalizzati brutti ce ne sono e tanti li abbiamo visti in questi video che lasciano davvero a bocca aperta.

Chiudiamo con un consiglio: se non volete trovarvi protagonista di uno dei video di cui sopra, ricordate di pensare bene ad un cappello personalizzato da comprare o da far fare, prima di procedere: esistono servizi per creare cappellini personalizzati che fanno davvero un buon lavoro, non dimenticavene.

Tutti pazzi per gli Europei 2016

Mancano solo 15 giorni all’inizio degli Europei di calcio 2016 e la passione inizia a crescere. Questo in Francia passerà alla storia come la più grande edizione di un campionato Europeo per nazionali, grazie alla partecipazione di 24 team in totale (contro i 16 cui eravamo abituati).

Rai e Sky hanno già provveduto da diversi mesi a garantirci la copertura mediatica dell’evento, così che tutti gli appassionati possano guardare in diretta l’evento ed emozionarsi pur stando a casa, esattamente come si emozioneranno le migliaia di persone che invece si ritroveranno in Francia per tifare dagli spalti i loro beniamini.

La passione per il calcio e per i campionati francesi non ha certamente risparmiato internet e i social network, con tantissimi siti web che sono nati appositamente per questo evento.

www.europei-di-calcio-2016.com è uno di questi siti web, con notizie ed informazioni sulle varie squadre che prendono parte alla competizione. Si tratta di un blog che ha anche una pagina Facebook alla quale hanno fatto like, al momento, oltre 6.300 persone. Qui si possono trovare ancora altri aggiornamenti e vivere il campionato europeo di calcio anche via social.

Degli europei parlano anche i più grandi siti di notizie del panorama italiano, come il Corriere dello Sport e la Gazzetta. Ma oltre che per tutti loro, l’evento è interessante anche per i negozi che vendono capi di abbigliamento sportivi e per i siti web che offrono scommesse (betting).

Prendiamo ad esempio Decathlon, sia in negozio che sul sito ufficiale è possibile comprare le maglie di calcio della nostra nazionale, magliette delle altre nazionali e prodotti dedicati a Euro 2016. Per quanto riguarda le scommesse, invece, ci sono sia veri e propri bookmakers, pronti a far scatenare i propri utenti, che siti web dedicati, delle vere e proprie guide al betting made in France 2016. Su SSW trovate i pronostici completi per Euro 2016, ottimi per avere un suggerimento su come poter scommettere senza grandi difficoltà e vincere con maggior precisione e più frequenza. 

Insomma, gli Europei sono alle porte e finalmente siamo pronti a goderci questo evento unico, facendo ovviamente il tifo per gli azzurri, stiamo aspettando il bis dal 1968.

This entry was posted in Sport.

I 5 più bei trailer di film 2016

Il trailer è una parte importante di ogni pellicola perché deve invogliare il potenziale spettatore a scegliere proprio quel film a discapito di altri, o comunque di fianco ad altri.

Un buon trailer deve contenere le scene migliori del film, quelle da non perdere, deve essere in grado di creare suspance e deve essere tecnicamente ben fatto. Ecco i migliori 5 trailer, a nostro avviso, che si possono trovare su Youtube relativi ai film usciti in questa prima parte di 2016.

Trailer X-Men: Apocalisse. Bellissimo trailer per un film ancora più bello e molto atteso. La musica è entusiasmante e coinvolge, la voce fuoricampo è azzeccata dal primo all’ultimo secondo, le immagini che si vedono ti fanno davvero venir voglia di andare al cinema.

Trailer The Hateful Eight, film girato alla fine dello scorso anno ma che è uscito in pellicola sono quest’anno. La musica è ben coordinata con le immagini, belle inquadrature e, in generale, un film che non mancherà di piacere agli amanti del genere (un po’ western).

Trailer Attacco al Potere 2, London Has Fallen, un film ambientato a Londra in cui gli effetti speciali sono davvero ben curati, la storia è emozionante ed è in grado di tenere incollato lo spettatore allo schermo dal primo all’ultimo minuto. Si tratta del sequel della pellicola girata nel 2013 per la regia di Antoine Fuqua.

Trailer Batman vs Superman, uno dei film di supereroi tra i più attesi in questo 2016. Due eroi che hanno sempre aiutato il bene e che fa un po’ strano vedere uno contro l’altro. Superman e Batman si sfidano, chi vincerà nella “più grande sfida tra gladiatori della storia del mondo?” Per chi tifi, per il “figlio di Kripton” o per il “salvatore di Gotham”?

Della serie di teniamo a farvi conoscere anche questo “Batman V Superman – Se fosse stato girato negli anni 90”.

Trailer Tartarughe Ninja – Fuori dall’ombra, un bellissimo film dedicato alle 4 tartarughe più famose del mondo. E’ il sequel del film “Tartarighe Ninja” girato nel 2014,un bel trailer, emozionante al punto giusto e dalla musica azzeccata, che non mancherà di far venire voglia di correre al cinema gli amanti di Leo, Michelangelo, Donatello e Raffaello.

This entry was posted in Film.

3 video imperdibili su Milano

Milano  è una delle città più belle d’Italia, con una storia da fare invidia a molte altre località turisticamente più blasonate.

Spesso, quando si pensa al capoluogo della Lombardia, viene in mente una città esclusivamente pensata per fare business.

Se da un lato è vero che Milano è la capitale economica d’Italia, dall’altro questo non significa che sia una città che non vale la pena visitare per turismo.

Per darvene prova, ecco 3 video che proprio non potete perdere.

Il primo è questo spettacolare video che riprende Milano a volo di drone: fantastiche riprese aeree della città meneghina come è difficile vederne altrove, dal Duomo fino alla Stazione Centrale, dal Parco Sempione fino ai vari grattacieli che delineano lo skyline cittadino, 3 minuti a 19 secondi da guardare con il fiato sospeso. Unica pecca, che finisce troppo presto.

Il secondo video è dedicato al centro della città meneghina, dove secoli di storia e di sperimentazione le hanno dato l’aspetto che ha oggi e che attira migliaia di persone da ogni parte d’Italia e d’Europa.

Il video si concentra sull’area che si trova dentro le mura medievali della città e che creano il Corso Navigli. Tra le cose da vedere in questa zona della città c’è il Duomo, il Teatro alla Scala e la bellissima Galleria Vittorio Emanuele II, la zona dei negozi di moda più famosi (e costosi), da sempre uno dei ritrovi più chic del capoluogo lombardo.

Chiudiamo con questo bello e completo video realizzato da Studio 1 che ci porta alla scoperta dei luoghi meno famosi del capoluogo lombardo? Lontani dal Duomo, dal Castello Sforzesco e dalle vie del centro storico, la città meneghina resta comunque affascinante.

Il monumento ad Antonio Stoppani è uno di questi esempi, un abate molto importante per la storia di Milano, ma anche la Chiesa di San Maurizio e il Campanile della Chiesa di San Gottardo in Corte, che era in passato il campanile del Duomo, i Bastioni di Porta Venezia, lo spettacolare Palazzo Lombardia (sede della regione), una delle costruzioni più moderne e all’avanguardia della città e tutta l’area dei Navigli, ma la lista potrebbe ancora continuare.

L’auto: 5 siti online che ti aiutano a sceglierla

La scelta di comprare l’auto è una questione delicata, soprattutto considerando il costo che una quattro ruote ha. Oltre a questo, c’è da considerare la spesa per mantenere la vettura, tra bollo e assicurazione, il costo del meccanico, tra tagliandi periodici, le gomme per l’auto e gli interventi straordinari, la spesa per il carburante, le proprie esigenze, considerando che quelle di un giovane sono diverse da quelle di una famiglia, e così via.

Per aiutarti nella scelta, ti elenchiamo 5 siti a cui puoi affidarti oggi per poter avere le idee un po’ più chiare sulla vettura da acquistare.

Panorama Auto, una vera e propria guida all’acquisto. Un sito web che fa una recensione completa delle migliori vetture attualmente presenti sul mercato e fornisce indicazioni sulle auto più convenienti anno per anno. Davvero un “must” per iniziare la ricerca della nuova vettura.

Alla Guida, un sito web che ti aiuta a capire quale auto fa per te con un bellissimo test. 15 domande in totale che ti permetteranno di capire meglio cosa deve avere la tua auto dei sogni. Preferisci gli interni in pelle o un motore potente, cosa vuoi fare in vacanza, ami guidare nel traffico o in autostrada e così via. Rispondi sinceramente e vedi se il suggerimento finale fa per te.

Sicurauto, guida all’acquisto dell’auto usata sulla base delle categorie. Il confronto viene fatto tra auto premium, medie, station wagon, berline e così via. Per ogni vettura viene definito in maniera puntigliosa i vantaggi e gli svantaggi, così da aiutarti a capire quale tipologia di auto fa per te.

Automoto.it permette un confronto dei listini del prezzo delle auto, perché anche se ci sono delle esigenze particolari da dover soddisfare, il prezzo finale da pagare è sempre importante.

Motornet.it , sito web che permette di fare un raffronto analitico tra più modelli. Dopo aver fatto una prima scelta tra marca e modello, è possibile filtrare per prezzo, cilindrata, potenza e velocità, oltre che selezionare due o più vetture per poter avere, una di fianco all’altra, tutte le informazioni sulla cilindrata,il motore, le dimensioni, le prestazioni, gli accessori e così via. Davvero un portale utile e ricco di informazioni per chi vuole comprare un’auto, nuova o usata.

Infine, ti lasciamo con questo video che ti dà 7 consigli su come scegliere un’auto usata e non farsi fregare.

This entry was posted in Auto.

I migliori siti e canali YouTube di cucina

Cucinare è una vera e propria arte e, non a caso, sono tantissimi i siti web ed i canali Youtube che si occupano proprio di guidare l’utente alla realizzazione della ricetta perfetta, ecco i migliori.

I migliori siti di cucina

Giallo Zafferano, uno dei veri e propri “must” del web per gli amanti della cucina, qui puoi trovare tantissime ricette, anche video, che spiegano per filo e per segno come preparare antipasti, primi piatti, secondi e così via. Da segnare tra i preferiti.

Mysia, blog di cucina che spiega molto semplicemente, con foto, come preparare ricette semplici e complicate direttamente a casa.

Torte al Cioccolato, sito per i più golosi, per i veri amanti di dolci, che vogliono fare da sé anche le torte più particolari e sfiziose. Dalla cheesecake Nutella e cocco fino alle pere con crema al mascarpone, la torta di biscotti e Nutella e così via, un vero “paradiso” di ricette di torte.

Galbani, sito web della nota azienda di formaggi, dove è possibile trovare, oltre ai prodotti realizzati, anche varie promozioni e concorsi. Inoltre, sul sito di Galbani è possibile trovare una fantastica selezione di primi piatti, secondi, ricette vegetariane e tanto altro.

I migliori canali Youtube di cucina

Passiamo ora ai migliori canali Youtube dedicati alla cucina, per chi desidera seguire la realizzazione delle ricette direttamente da video, usando il computer, il tablet o lo smartphone.

Iniziamo da Cucina con Ramsay, canale dedicate alle ricette del noto chef scozzese Gordon Ramsay, noto nel Regno Unito anche per aver preso parte a diversi programmi TV culinari.

Molto interessante è il canale di Francesco de Francesco (FraDeFra), un canale che parla principalmente di tecniche di cucina piuttosto che sulla preparazione dei singoli piatti, verranno affrontati dei discorsi sugli strumenti principali da usare mentre si “lavora” (o ci si diverte) in cucina e così via.

Segnaliamo poi il canale di Atelier Cucina, che presenta video ricette molto semplici da realizzare ma al tempo stesso particolari, dallo zucchero roccioso fino ai muffin integrali con squacquerone e noci, il croissant parigino, senza dimenticare le preparazioni base con la pasta madre, o lievito naturale, che è il video qui sotto.

Considerando le mode del momento e il sempre maggior interesse verso il biologico, segnaliamo il canale di Cucina BioEvolutiva, che permette di preparare direttamente a casa delle ricette crudiste, con indicazioni passo dopo passo su cosa fare.

This entry was posted in Cucina.

ANTEPRIMA CALENDARIO 2015 PIRELLI

Il calendario Pirelli è stato presentato alla stampa presso l’Hangar della Bicocca. Il creatore della seconda edizione 40 di “The Cal”, Steven Meisel, è uno dei fotografi di moda di maggior successo al mondo, noto per il suo eclettismo ma anche per la riservata personalità.
In un’intensa cinque giorni di riprese avvenuta lo scorso maggio in uno studio di New York, Steven Meisel ha messo assolutamente al centro la donna. Il calendario Pirelli nel suo formato più classico. 12 mesi in 12 scatti (più la copertina). Il protographer è stato assistito in questo lavoro di trasformazione da un team guidato da styling Carine Roitfeld e Pat McGrath, uno dei più famosi make-up artist.
Il Calendario di quest’anno si intitola “Calendar Girls 2015”, e le ragazze in questione sono top e modelle emergenti: le americane Gigi Hadid, Candice Huffine, Carolyn Murphy e Cameron Russell, le brasiliane Isabeli Fontana, Adriana Lima e Raquel Zimmermann, l’inglese Karen Elson , la portoricana Joan Piccolo, la russa Natalia Vodianova e Sasha Luss e la tedesca Anna Ewers.

Di seguito il video trailer. Credit by Fashion Channel

Transformers 4 ! Tutto quello che hai imparato in classe sui dinosauri è sbagliato

Tutto quello che hai imparato in classe sui dinosauri è sbagliato: le antiche creature preistoriche non sono state uccise dal riscaldamento globale o da un meteorite arrivato contro la Terra bensì, come apprendiamo nei minuti di apertura di Transformers 4, da dei robot alieni arrivati sul nostro pianeta.

Il quarto capitolo della saga dei Transformers lascia inalterate alcune cose rispetto agli altri capitoli, come la tendenza dei personaggi di mettere in scena un dialogo ridondante che spiega che cosa si sta vedendo sullo schermo (“E’ un grande magnete che sta succhiando metallo e lo lascia poi cadere giù!”). Continue reading →